AVVISO IMPORTANTE

LE ISCRIZIONI SARANNO APERTE A PARTIRE DAL 26 NOVEMBRE 2021

Attenzione
:

  • In caso il discente non superi il test di valutazione dovrà ripetere il percorso formativo dall'inizio
  • Soglia di superamento: 75% delle risposte corrette
  • Il corso e il conseguente test può essere seguito (prima) e compilato (successivamente) un massimo di 5 volte
  • Con la sponsorizzazione non condizionante di

Presentazione

In seguito all’introduzione delle tecnologie di biologia molecolare di nuova generazione, come il sequenziamento genico massivo e parallelo, la quantità e la tipologia di alterazioni geniche identificate a carico del DNA è sensibilmente incrementata. Questo incremento ha generato una discrepanza di informazioni tra gli studi clinici registrativi dei farmaci a bersaglio molecolare disponibili per i pazienti affetti da tumore non a piccole cellule del polmone e la pratica clinica. Diventa, quindi, di fondamentale importanza la discussione multidisciplinare dei dati ottenuti, circa le varianti geniche identificate, per attribuire il corretto valore “predittivo”, sia esso positivo o negativo, di risposta rispetto al trattamento con inibitori dell’EGFR.
Inoltre, l’interpretazione di questi risultati in associazione alla valutazione degli altri biomarcatori predittivi di risposta, come ad esempio la valutazione dell’espressione di PD-L1 nei pazienti affetti da tumore non a piccole cellule del polmone, pone un quesito clinico importante da risolvere. Ad esempio, nel caso in cui si riscontri la presenza di un’alterazione a carico di EGFR con un valore predittivo incerto, nel contesto del campione tumorale di un paziente che presenta più del 50% di espressione di PD-L1, quale percorso terapeutico è meglio scegliere per il paziente?
L’obiettivo di questa formazione è quello di analizzare le principali evidenze sia riportate in letteratura che in relazione alle esperienze dei centri coinvolti per fornire un supporto ai colleghi oncologi e anatomo patologi che ogni giorno si trovano a dover interpretare un crescente numero di alterazioni che spesso non sono state “singolarmente” considerate durante gli studi clinici registrativi, per capire dal punto di vista clinico e terapeutico cosa sia meglio fare per il paziente, con un attenzione particolare anche a quali potrebbero essere i flussi comunicazionali più efficaci.

Programma

. Welcome, introduction and objectives of the course A.Passaro / U.Malapelle

. Uncommon EGFR mutations as a therapeutic target in NSCLC A.Passaro

. NSCLC: characterization of EGFR uncommon mutations U.Malapelle

. Exemplificative case: from the diagnosis to the therapy of EGFR uncommon mutations I.Attili / P.Pisapia

. Interview (oncologo e anatomo patologo):
  Clinical management of EGFR specific alterations in NSCLC A.Passaro - M.Barberis / U.Malapelle – D.Rocco

. Sum up A.Passaro / U.Malapelle

. Approfondimenti

Informazioni

Obiettivo formativo

8 - Integrazione interprofessionale e multiprofessionale, interistituzionale

Mezzi tecnologici necessari

Per la fruizione e l'accesso al corso FAD saranno necessari un computer (Windows o Mac) dotato di connettività internet, di un browser di navigazione standard (Internet Explorer, Firefox, Chrome, Opera, Safari) e di un programma per l'apertura e la lettura dei file PDF (per esempio: Adobe Acrobat Reader)

Procedure di valutazione

Questionario (obbligatoriamente a risposta multipla e doppia randomizzazione)

Attenzione: la nuova normativa ministeriale in vigore dal 01/07/2019 prevede che:

  • nei moduli formativi del corso è presente un tempo minimo di fruizione (visibile in alto a dx). Prima di tale lasso di tempo non è possibile passare al successivo step formativo (sia esso un questionario o un altro modulo formativo). Il timer viene attivato solo quando la finestra è attiva. Il tempo non viene calcolato quando si aprono altri programmi e/o finestre, oppure quando parte un salvaschermo
  • in caso il discente non superi il test di valutazione dovrà ripetere il percorso formativo dall'inizio
  • numero massimo di tentativi a diposizione: 5
  • soglia di superamento: 75% delle risposte corrette

Responsabili

Responsabile scientifico

  • Dott. Umberto Malapelle
    Ricercatore del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Università degli Studi di Napoli Federico II
    Scarica il curriculum
  • Dott. Antonio Passaro
    Medico Oncologo, Divisione Oncologia Toracica, Istituto Europeo di Oncologia, IEO, Milano
    Scarica il curriculum

Relatore

  • Dott.ssa Ilaria Attili
    Divisione Oncologia Toracica, IEO Milano
  • Prof. Massimo Costanzo Placido Barberis
    Direttore Unità Clinica di Diagnostica Istopatologica e Molecolare, IEO, Milano
    Scarica il curriculum
  • Dott. Umberto Malapelle
    Ricercatore del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Università degli Studi di Napoli Federico II
    Scarica il curriculum
  • Dott. Antonio Passaro
    Medico Oncologo, Divisione Oncologia Toracica, Istituto Europeo di Oncologia, IEO, Milano
    Scarica il curriculum
  • Dott. Pasquale Pisapia
    Università degli Studi di Napoli Federico II, Dipartimento di Sanità Pubblica
    Scarica il curriculum
  • Dott. Danilo Rocco
    Direttore Medico, UOC di Pneumologia ad indirizzo Oncologico, A.O.R.N. dei Colli - Plesso Monaldi, Napoli

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Anatomia patologica
  • Oncologia

Biologo

  • Biologo

Tecnico sanitario laboratorio biomedico

  • Tecnico sanitario laboratorio biomedico
leggi tutto leggi meno